I nostri sostenitori

Grazie alla sensibilità e alla fiducia di cittadini, aziende e Fondazioni, l’Ateneo di Bologna ha potuto raccogliere, negli anni, molte donazioni. Ogni donatore può contare sulla trasparenza, correttezza e responsabilità con cui l’Alma Mater Studiorum amministra le risorse donate, che vengono interamente destinate alle finalità prescelte. Ecco, di seguito, alcune esperienze di generosità che vogliamo condividere con voi.
Sergio Aloisi era un imprenditore ed è stato un benefattore della nostra Università. Credeva nel futuro, credeva nei giovani e nella loro capacità di inventarlo, il futuro, di costruirlo. Riteneva quindi importante dare una occasione di crescita alle ricercatrici e ai ricercatori della nostra Università, un supporto e un sostegno reale perché potessero progredire nei loro progetti e trasformarli in solide realtà. Vicinio Savorani ha lavorato a lungo con questo grande imprenditore e ce ne racconta i tratti, le caratteristiche umane e la filosofia di lavoro.
Il progetto “Amici della Biblioteca Gabriele Goidanich" nasce agli inizi del 2007, su iniziativa di un docente di Agraria, il Prof. Sergio Conti, insieme al personale della Biblioteca e in collaborazione con l'allora Presidenza della Facoltà di Agraria.
Fare un lascito a favore dell’Università di Bologna, significa lasciare un segno duraturo dopo di noi, avendo la certezza che ogni dono dedicato all’Ateneo sarà finalizzato interamente a ciò che ci sta a cuore.