Informativa per utenti che intendono iscriversi ad un Dottorato di Ricerca

Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003, vi informiamo che l’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna procederà al trattamento dei dati forniti esclusivamente per fini istituzionali e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

Finalità e modalità del trattamento

I dati oggetto del trattamento da Lei forniti saranno trattati, anche con l'ausilio di mezzi elettronici, per le finalità di gestione delle procedure di selezione ed immatricolazione, per la gestione della carriera universitaria del Candidato/Dottorando e, più in generale, per lo svolgimento delle pertinenti attività amministrative, didattiche, di ricerca e del diritto allo studio proprie dell’Ateneo o per le finalità di cui al D.R. 271/2009.
I dati sensibili (inerenti lo stato di salute) sono comunicati dall’interessato nel caso in cui egli richieda di avere particolari ausili o servizi durante lo svolgimento della prova o per le finalità istituzionali previste dalla legge inerenti al Suo percorso formativo.
Si precisa che i dati sono trattati con o senza l'ausilio di strumenti elettronici; in quest’ultima ipotesi, i sistemi informatici sono dotati, in adempimento delle disposizioni dell’Allegato B del Codice, di misure di sicurezza atte a prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Utilizzo di tecnologia "Radio Frequency Identification"("RFID") nei badge di Ateneo che verranno assegnati ai Dottorandi di Ricerca

Si precisa che nell’ambito delle finalità istituzionali, per particolari esigenze di sicurezza, sono applicate ai badge le c.d. etichette "RFID", particolare tecnologia attraverso cui è possibile leggere, mediante appositi lettori, le informazioni personali contenute nelle tessere magnetiche.
L’utilizzo di tale sistema di trattamento avviene nel pieno rispetto dei principi previsti dal d. lgs. n. 196/2003 (Codice Privacy), con particolare riguardo alle libertà, ai diritti fondamentali, alla dignità degli interessati (art. 2, comma 1, Codice) ed in conformità ai principi di necessità (art. 3); di liceità, finalità e qualità dei dati, di proporzionalità (art. 11).
Si informa, inoltre, che i luoghi in cui è effettuato il rilevamento dei dati attraverso "RFID" sono segnalati con appositi avvisi posti in prossimità delle aree di passaggio.
I dati rilevati non sono in alcun modo elaborati, raccolti o manipolati per finalità difformi da quelle indicate, né utilizzati per tracciare profili di preferenza dell’utente.
Le è comunque riconosciuta, la possibilità di ottenere la rimozione o la disattivazione delle etichette "RFID", con la precisazione, però, che la loro disattivazione comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi connessi all’utilizzo del badge.

Natura dei dati

Il conferimento dei dati è necessario per il conseguimento delle finalità sopra indicate. In assenza di tali dati non sarà possibile procedere all’iscrizione alla prova e ai corsi di dottorato.

Soggetti del trattamento

Il Titolare del trattamento è l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna – Via Zamboni, 33 40126 Bologna (BO). Ai sensi del Decreto Rettorale n.271/2009 art. 9 co. 2, i Responsabili per il riscontro all’interessato sono:

  • il Dirigente dell’Area della Ricerca e Trasferimento Tecnologico per quanto attiene la gestione delle procedure concorsuali e della gestione della carriera;
  • il Direttore del Dipartimento presso il quale verrà eventualmente svolta l’attività da parte del Dottorando;
  • il Dirigente del Centro dei Servizi Informatici d’Ateneo, per quanto attiene la gestione sistemistica delle banche dati e dell’applicativo Studenti Online.

Flusso dei dati

Il trattamento dei Suoi dati personali da parte delle strutture e dei dipendenti dell’Ateneo avviene esclusivamente per fini istituzionali ed in conformità alle previsioni legislative e regolamentari applicabili. I dati possono inoltre essere comunicati a:

  • M.I.U.R. (Ministero dell’Università e della Ricerca) per l’espletamento delle funzioni attribuite dalla legge;
  • C.U.N. (Consiglio Universitario Nazionale) per le funzioni istituzionali ad esso attribuite dalla legge;
  • INPS e Agenzia delle Entrate, per l’erogazione delle borse di dottorato;
  • Amministrazioni certificanti, in sede di controllo delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini del DPR n. 445/2000;
  • Enti pubblici, ai fini dell’attribuzione di eventuali, sussidi, contributi o altri benefici anche a favore di particolari categorie di dottorandi;
  • Enti pubblici di Paesi terzi e soggetti privati, anche stranieri, per gli adempimenti connessi all’attribuzione di borse di dottorato sulla base di convenzioni stipulate ai sensi della L.27.12.1997 n.449 e D.M. 30.04.1999 n. 224;
  • Avvocatura dello Stato, Ministero degli Affari esteri, Questure, Ambasciate, Procura della Repubblica relativamente a permessi di soggiorno o al riconoscimento di particolari status del dottorando;
  • Regione, altri operatori pubblici e privati accreditati o autorizzati e potenziali datori di lavoro, ai fini dell’orientamento e inserimento nel mondo del lavoro (ai sensi della legge 30/2003, sulla riforma del mercato del lavoro, e successive attuazioni);
  • Enti di assicurazione e Inail, per gli adempimenti relativi alle assicurazioni ed alla gestione infortuni;
  • Organismi Regionali di Gestione (Enti dotati di autonomia amministrativo-gestionale istituiti ai sensi della legge n. 390/91 in materia di diritto agli studi universitari), Istituti universitari ed accademici, anche stranieri ed extracomunitari per gli adempimenti e le attività dirette a favorire la mobilità internazionale dei dottorandi e per la gestione dei trasferimenti;
  • Università ed Enti Accademici stranieri, nell’ambito delle convenzioni che prevedono l’istituzione di corsi di dottorato con titoli congiunti, doppi o multipli e per i dottorati in cotutela;
  • altri soggetti pubblici o privati ai quali l’Ateneo affida dei servizi di propria competenza, nei limiti previsti dalla legge, in out-sourcing o con i quali sono poste in essere delle convenzioni o degli accordi (es: per la stampa delle pergamene di laurea);
  • autorità giudiziaria;
  • a personale dell’Ateneo per svolgere attività di ricerca finalizzate ad analizzare possibili miglioramenti dei servizi, in una forma che non consenta la diretta identificazione dell’interessato;
  • a soggetti privati, anche stranieri, su richiesta proveniente dallo stesso interessato, per confermare la presenza di eventuali titoli o requisiti, con lo scopo di agevolare l'orientamento, la formazione e l'inserimento professionale in conformità all’art. 96 del D.lgs. 196/03;
  • ai soggetti di cui all’art. 16 e ss. del Decreto Rettorale n.271/2009 (Testo Unico sulla Privacy e l’utilizzo dei Sistemi Informatici d’Ateneo).

Diritti dell'interessato

Ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. 196/2003, è possibile in qualsiasi momento ottenere, a cura del/i Responsabile/i, informazioni sul trattamento dei propri dati, sulle sue modalità e finalità e sulla logica ad esso applicata nonché:
1) la conferma dell'esistenza dei dati e la comunicazione degli stessi e della loro origine;
2) gli estremi identificativi del Titolare e dei Responsabili nonché i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di Responsabili o incaricati;
3) l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati;
4) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima, il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
5) l'attestazione che le operazioni di cui ai punti 3) e 4) sono state portate a conoscenza di coloro ai quali i dati sono stati comunicati e diffusi, con l’eccezione del caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
6) di opporsi: al trattamento dei dati, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta, per motivi legittimi; al trattamento dei dati per fini di informazione commerciale o per il compimento di ricerche di mercato.
Tali diritti sono esercitabili scrivendo al Responsabile del trattamento dati o scrivendo a privacy@unibo.it.