Visita virtuale di alcuni luoghi Unibo

Google Street View permette di entrare virtualmente dentro alcuni dei più celebri luoghi storici dell'Università di Bologna.

Il servizio è collegato a Google Maps e restituisce immagini panoramiche a 360 gradi e una vista interna di alcune sedi dell'Università di Bologna.

Aula Magna di Santa Lucia
Aula Magna di Santa Lucia
L’Aula Magna di Santa Lucia, inaugurata il 5 maggio 1988, si trova all’interno di una chiesa le cui origini risalgono al V secolo. L’edificio rimase incompiuto nella facciata e nella monumentale abside per quasi due secoli. Dopo l’unità d’Italia, nel 1874 fu adibita prima a caserma, poi a palestra e infine a laboratorio scolastico. Un paio di anni dopo l'inaugurazione dell' Aula Magna, venne ultimato anche il restauro l'Aula absidale.
Palazzo Poggi
Palazzo Poggi
Palazzo Poggi è l’attuale sede centrale dell’Università Bologna. Di origine cinquecentesca, nel 1714 divenne sede dell’Accademia delle Scienze e, nello stesso periodo, venne progettata e realizzata la torre della Specola. Nel 1803 divenne sede dell'Ateneo, qui trasferito dal palazzo dell’Archiginnasio. Al suo interno ospita, oltre al Rettorato e uffici, la ricca collezione del Museo di Palazzo Poggi, il Museo della Specola, il Museo Europeo degli Studenti, l’Aula Carducci e la Biblioteca Universitaria.
Orto Botanico ed Erbario
Orto Botanico ed Erbario
Gli Orti Botanici e gli Erbari rappresentano - pur nelle loro evidenti differenze - un museo del mondo vegetale. Nati entrambi nel XVI secolo, hanno avuto inizialmente una funzione eminentemente didattica, legata in particolare all'insegnamento della botanica medica, permettendo agli studenti di osservare e studiare le piante officinali; oggi a questo utilizzo se ne sono aggiunti molti altri, con un’evoluzione strettamente legata allo sviluppo, o al declino, delle scienze botaniche.
Palazzina della Viola (via Filippo Re)
Palazzina della Viola (via Filippo Re)
La Palazzina della Viola fu fondata nella sua parte centrale verso la fine del Secolo XV da Annibale Bentivoglio per farne luogo di delizia per la sua famiglia. Ebbe in seguito varie destinazioni, finchè nel 1803 il Governo Napoleonico la destinò alla Scuola di Agraria della Università, diretta da Filippo Re. Oggi la Palazzina della Viola ospita gli uffici dell'Area Relazioni Internazionali.
Palazzo Hercolani
Palazzo Hercolani
Palazzo Hercolani venne costruito alla fine del Settecento su disegno dell’architetto Angelo Venturoli, e successivamente rimaneggiato da Edoardo Collamarini che, nel 1912, ne ricompose la facciata. Le statue site nell'atrio e lungo lo scalone sono opera dello scultore Giacomo De Maria. Il Palazzo venne acquisito dall'Università nel 1973, e nel 1989 ebbe inizio un’importante opera di restauro, terminata nel 1992. Oggi Palazzo Hercolani è sede della Scuola di Scienze Politiche e dei Dipartimenti di Sociologia e Diritto dell'Economia e Scienze Politiche e Sociali.
Palazzo Marescotti Brazzetti
Palazzo Marescotti Brazzetti
L'elegante edificio rinascimentale di Palazzo Marescotti Brazzetti fu progettato da Giovanni Beroaldo sulle rovine di precedenti costruzioni e arricchito nel corso dei secoli dagli affreschi dei Rolli, del Caccioli e dal grandioso scalone barocco opera di Gian Giacomo Monti. Nel 1997 è stato acquisito dall’Alma Mater Studiorum, per divenire sede del Dipartimento Delle Arti.
San Giovanni in Monte
San Giovanni in Monte
Il Complesso di San Giovanni in Monte era in origine un convento dei Canonici Lateranensi. Dall’epoca napoleonica fino al 1984 fu adibito a carcere. L’operazione di recupero ha rappresentato una rivisitazione culturale della funzione di luogo di studio e di meditazione, che l’edificio conventuale acquistò per la città, nel periodo rinascimentale. Oggi il Complesso di San Giovanni in Monte ospita la sede principale del Dipartimento di Storia Culture Civiltà.