Bilancio sociale 2014

Con il Bilancio Sociale 2014, il terzo consecutivo redatto dall’Ateneo, l’Alma Mater intende rispondere a un dovere di trasparenza verso la società, promuovere un dialogo informato con tutti gli interlocutori, interni ed esterni, rappresentare l’enorme capitale intellettuale e umano che opera dentro e attorno all’Alma Mater.

Il documento fornisce una rendicontazione integrale delle attività e delle dinamiche dell’Ateneo incentrate sulla sostenibilità non solo economica  ma anche sociale e ambientale; una rendicontazione ricca di informazioni e dati disaggregati anche a livello geografico che fa luce su tutte le sedi del Multicampus, allo scopo di alimentare il dialogo con le istituzioni e le realtà economiche e sociali che collaborano all’insediamento universitario nei diversi territori in cui l’Alma Mater opera.

“Da questo punto di vista mi piace ricordare alcune delle novità rendicontate nella presente edizione del Bilancio sociale: l’entrata in vigore del nuovo Codice etico di comportamento, il significativo investimento nel reclutamento del personale docente, il maggior investimento in ricerca, didattica e servizi agli studenti a fronte del mancato aumento  delle contribuzioni studentesche per il sesto anno consecutivo, la rilevante quota premiale riconosciuta dal Fondo di Finanziamento Ordinario, il potenziamento del Servizio Job Placement.
In un mondo che si affida sempre più a relazioni mediate e a rapporti virtuali, l’Università rappresenta ancora un mondo dove gli incontri ravvicinati, reali e profondi tra persone sono ancora possibili: incontri più che mai necessari in una fase storica, come quella presente, caratterizzata da una “atrofia dei fini” e “ipertrofia dei mezzi”.
Un’Università pubblica, laica e autonoma ha il dovere primario di rispondere alle famiglie e al Paese rendendo migliori i suoi cittadini. Solo quando tutti ne avvertiranno l’utilità sociale, allora l’Alma Mater potrà dire di adempiere compiutamente alla sua missione”.

Ivano Dionigi
Magnifico Rettore