Agenda 2030 e sviluppo sostenibile

Nell’intento di cogliere le sfide che la contemporaneità impone e di orientare tutta la sua attività istituzionale verso il perseguimento di uno sviluppo sostenibile, l’Ateneo ha integrato nella propria pianificazione e rendicontazione una rilettura degli obiettivi e delle attività e risultati in funzione dei 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile proposti nell’Agenda 2030 adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU sono stati condivisi a livello globale per fornire un quadro che permetta di misurare i progressi di ogni singola organizzazione e dei paesi verso un mondo che sia maggiormente sostenibile.

L’impegno che l’Alma Mater pone nel contribuire alla realizzazione di uno sviluppo sostenibile attraverso la sua attività istituzionale è testimoniato innanzitutto dall’inserimento nel proprio Piano Strategico 2016-2018 di una rilettura degli obiettivi di base in funzione dei 17 obiettivi e dei relativi 169 traguardi proposti nell’Agenda 2030, rappresentata nel documento attraverso l’inserimento dell’icona associata all’obiettivo dell’ONU a cui ogni obiettivo di base intende contribuire. Ciò consente di fornire, accanto all’enunciazione del quadro strategico che guiderà l’Università di Bologna nel triennio 2016-2018, un quadro che permetta di comprendere come l’attività istituzionale futura dell’Ateneo intende contribuire al raggiungimento di un mondo che sia maggiormente sostenibile per tutti.  

A partire dal 2016, inoltre, per monitorare gli impatti che l’attività istituzionale dell’Alma Mater produce per il raggiungimento dello sviluppo sostenibile, ha deciso di dotarsi di un ulteriore strumento di rendicontazione, finalizzato a proporre un approccio di misurazione innovativo che provveda una lettura del contributo che le diverse attività poste in essere dall’Ateneo generano a favore del raggiungimento dei 17 obiettivi dell’ONU. A tal riguardo, il Comitato Tecnico Scientifico per la Rendicontazione Sociale d’Ateneo, con il coinvolgimento della comunità accademica e amministrativa dell’Alma Mater, ha provveduto alla redazione del Report on U.N. Sustainable Development Goals, che è stato presentato in occasione dei lavori del G7 Ambiente tenutisi a Bologna nel giugno 2017. Il documento intende proporre all’attenzione della comunità universitaria un approccio metodologico utile a rappresentare gli impatti diretti e indiretti prodotti dalle attività di un ateneo, declinate nelle sue dimensioni caratterizzanti – formazione, ricerca, terza missione, istituzione – al fine di contribuire al perseguimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile proposti dall’ONU.

Infine, per contribuire alla crescita di consapevolezza dell’intera comunità docente sui temi dello sviluppo sostenibile, in occasione della programmazione didattica per l’A.A. 2017/2018, è stato richiesto a tutti i responsabili di attività formative di indicare se e in quale misura i propri insegnamenti contribuivano alla realizzazione di uno o più obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.